Divinazione, predestinazione, il destino è segnato? Si e no, e ti spiego perché!

Conoscere il proprio futuro è da sempre un chiodo fisso per ogni uomo che abbia vissuto, vive e vivrà su questa terra: a muoverlo è indubbiamente la curiosità. Ma conoscere il futuro è davvero così importante? E se lo è, perché? Di domande ce ne sarebbero davvero tante, e altrettante le possibili risposte. Ho voluto in questo podcast, affrontare questo tema facendo un po’ di chiarezza, su cosa sia, e quali mezzi abbiamo a nostra disposizione per poterlo scandagliare.

IL FASCINO DEI TAROCCHI VEGGENTI

Desidero iniziare proprio dalle più comuni pratiche divinatorie usate da sempre. Tra i metodi più usati, anche ai giorni nostri, ci sono indubbiamente i Tarocchi seguiti a ruota dalle previsioni astrologiche. La nascita dei Tarocchi è difficile da collocare: ufficialmente nascono nella metà del XV secolo ma si parla di natali ben più antichi, se ne trova traccia nell’antico Egitto e più precisamente nel libro di Thot. Poco importa dove e quando sono nati, è certo che chiunque voglia conoscere il proprio destino può avvalersene con semplicità e praticità. Facili da trovare, facili da usare ma… Il loro fascino e la capacità di incuriosire risiedono proprio nel loro potere divinatorio. Ma… attenzione, di per sé i tarocchi sono e rimangono semplici carte da gioco. Acquisiscono il loro potere divinatorio, solo quando il loro simbolismo archetipico viene letto ed interpretato da un cultore, un esperto in materia, un iniziato, come ricorda un vecchio proverbio medioevale: “non è la spada che qualifica la forza del cavaliere, ma chi la brandisce”. È l’esperto iniziato a penetrare per te le nebbie dell’inconscio individuale, fonte dell’umano sapere, il quale è collegato a tutto e a tutti, in un’unica dimensione fatta di energie sottili ed impercettibili, ovunque presenti e accessibili in ogni istante della vita, che Jung definiva “inconscio collettivo” ma che io chiamo “il maestro”. Una comune memoria ancestrale fatta di sensazioni, forme indistinte, visioni di un possibile, apparentemente invisibile tracciato che, via, via, si forma unendo passato, presente e futuro. Possibilità, probabilità, occasioni ancora non concretizzate ma che in latenza aspettano di manifestarsi nella vita di chi aspira a realizzarle. Di questo ed altro è fatto il futuro, legato indissolubilmente all’inconscio collettivo.

LE QUALITA’ DEL CARTOMANTE

Ovviamente è necessaria una grande sensibilità e una predisposizione innata all’ascolto della parte più profonda del Sé, per comprenderne il criptico linguaggio, cosa che ho iniziato a fare sin da giovane quasi inconsapevolmente, guidato da una forza invisibile che mi spingeva verso dimensioni non descrivibili ma che sentivo tangibili, a cui percepivo di appartenere. Per questo c’è bisogno di un interprete iniziato alle energie sottili, che lo faccia per te. La spinta alla ricerca della verità, nasce proprio quando si è più confusi e bisognosi di chiarezza, quando non si riesce a decodificare il messaggio che la vita sta dando, e per questo immancabilmente si soffre, perché viene a mancare l’appiglio che permetteva di non perdere l’equilibrio interiore, la base solida della coscienza, su cui poggiava la propria certezza. Perdere il controllo del mezzo vita, è inaccettabile per chiunque. A questo serve il cartomante, colui che legge le carte, esperto di arte divinatoria, per avere un conforto, una rassicurazione che permetta di alimentare la speranza in un futuro migliore.

COSA ACCADE SE LA PREVISIONE È AVVERSA?

Ma basta questo? Basta sapere che andrà tutto bene? E se il responso fosse contrario? Cosa accadrebbe? Questo è uno dei motivi per cui non mi sono fermato allo studio della divinazione e ho aperto la mia mente verso alcune discipline che mi permettessero di dare risposte concrete, anche e soprattutto in quei casi in cui il responso era oscuro, non prevedibile, alcune volte pericoloso da perseguire. Sono così diventato un Coach, esperto in Life e Mental Coaching. Il mio scopo di vita da sempre è quello di poter aiutare il mio prossimo, la mia missione da sempre è quella di dare supporto agli altri. La mia vita è sempre stata incentrata su questo. Sin da quando il mio “maestro” ha iniziato ad istruirmi, e cioè sin da quando ero bambino. Ma c’è un altro settore di indagine che non potevo tralasciare. Quello legato alle stelle.

LE STELLE E IL DESTINO

La scienza astronomica è da sempre una delle mie passioni, nata insieme al credo religioso, anticamente era un tutt’uno con l’astrologia che ancora non separava il significato archetipico da quello prettamente meccanicistico e puramente scientifico. E così l’Astrologia, separata ingiustamente dall’Astronomia, divenne con il tempo una disciplina divinatoria. Piegandosi al desiderio dell’uomo di conoscere il proprio destino, a suo dire e non a caso, scritto tra le stelle, divenne una mappa, questa volta visibile, tangibile, del percorso di vita legato alle orbite degli astri. A differenza del Tarocco però, che lascia al caso la distribuzione in sequenza del percorso divinatorio, l’Astrologia si avvale di calcoli matematici precisi, basati su transiti planetari misurabili, legati alla data di nascita del consultante. Ma, proprio come le carte, ne condivide il significato intrinseco archetipico e il grande potere di indagine interiore. E così, come la divinazione dei Tarocchi, con la giusta professionalità e conoscenza, anche il Grafico Astrale Natale diventa un potente mezzo, per predire il futuro, e come i Tarocchi, anche le caratteristiche temperamentali dell’individuo. Difficile per me sfuggire al fascino di ambedue. Sin da giovane infatti, li usavo nei pomeriggi solitari per avere risposte sul mio futuro o su quello dei miei cari.

PREVEDERE IL FUTURO SI PUO’

A questo proposito voglio raccontarti un aneddoto. Ricordo un giorno, in cui mi chiesi quanti figli avrei avuto da grande. Bella domanda mi dissi, vediamo cosa dicono le carte? Mi rivelarono infatti che avrei avuto dei figli, ma desideravo una risposta ancora più precisa, quanti? Mi serviva sapere il numero, uno, due o tre figli? Cosa fare? Le lame (altro modo con cui possono essere chiamate le carte divinatorie) sanno essere eloquenti ma non molto utili quando c’è da stabilire un numero. Allora provai con l’Astrologia, ma, anche in questo caso, potei avere solo indicazioni a carattere generale. Ma desideravo saperne di più e con più precisione, e allora andai ancora più in profondità. Pensai di aggiungere un altro metodo di divinazione da unire ai primi due ed usai il pendolo esoterico. Vidi così confermati i primi due responsi. Mi ricordo che usai una tecnica, o rito, che dir si voglia, che scovai in un antico testo sull’arte divinatoria, che tenevo nella mia già fornita libreria, che mi aiutò ad arrivare finalmente al responso finale. Mi auto-predissi un figlio maschio, all’epoca avevo circa18 anni. Ebbene, a distanza di tanto tempo, ho avuto la conferma della mia previsione. Mio figlio, a proposito, si chiama Andrea e come da previsione è maschio, unico figlio.Feci la stessa cosa per mia sorella che non vedeva l’ora di saperlo, e anche a lei il pendolo predisse ben tre figli, due femmine ed un maschio. Nel tempo, anche questa previsione del futuro, si rivelò esatta, due gemelle prima, ed un figlio maschio poi. Il pendolo esoterico è un altro mezzo che uso per identificare con precisione dove si focalizza l’energia psichica più potente dopo che la domanda del consultante è stata fatta. Magia? Certo che no! Io userei la parola “capacità personale nel recepire le energie sottili”, potere tra l’altro che possediamo tutti in latenza, chi più chi meno.

LA TEORIA DELLA DUALITA’ DELL’UNIVERSO

Ti starai sicuramente chiedendo: se è possibile sondare il proprio futuro con grande precisione, e se si può conoscere ogni cosa che avverrà del proprio futuro, allora basta chiedere? La risposta è sì, e no allo stesso tempo. Risposta ambivalente lo so, ma è proprio così che funziona tutto nella nostra vita, direi, nella nostra dimensione materiale, tutto è diviso tra due poli opposti. Oscurità, luminosità; bene e male; gioia, sofferenza; vita e morte, Yin e Yang, tutto è duale. La questione richiederebbe un intero trattato di molte centinaia di pagine per essere adeguatamente spiegata, ma cercherò di condensare il più possibile utilizzando una frase del Budda, che dice: “Se vuoi conoscere il passato, guarda il tuo presente. Se vuoi conoscere il futuro, guarda il tuo presente”. Il significato di questa criptica frase è facilmente intuibile, ma nasconde in sé molto più di quanto palesa. In realtà il futuro non è solo bianco o nero, ma una serie di sfumature quasi infinite, dove per sfumature si intende possibilità. Ma il Budda, nella sua infinita saggezza, suggeriva cosa è alla base del Karma, e te lo spiego così: “presta attenzione al tipo di pensieri che più frequentemente fai nel tuo presente” e prima ancora di questo, “presta attenzione a ciò che senti e serbi nel tuo cuore nel tuo presente” perché il futuro è espressione diretta di ciò che pensi e di ciò che serbi nel tuo cuore. Le sensazioni, le emozioni, i sentimenti costruiranno il tuo futuro, tutto ciò che produce il cuore, concorre a creare il futuro.

IL FUTURO È MUTEVOLE

Ma attenzione, il futuro è mutevole proprio perché espressione diretta delle sensazioni, emozioni, pensieri prodotti, dal tuo essere, e con il mutare di quest’ultimi, parallelamente muta anche il tuo possibile futuro.

Ogni istante che passa, con lo scorrere della vita, il futuro prende forma, si consolida come l’acqua che si trasforma in ghiaccio, lentamente ma inesorabilmente. Per questo, alla domanda: “Ma conoscere il futuro è davvero così importante?”, io aggiungo questa domanda: “sei proprio sicuro di volerlo sapere?” E se la riposta è sì, allora devi essere consapevole di questo: “sei proprio sicuro che riuscirai a gestire il responso senza influenzare il corso naturale degli eventi?”. Dico sempre a chi, per gioco o curiosità, desidera sapere qualcosa del suo futuro, attento a ciò che desideri, perché potrebbe non essere quello che davvero ti serve di sapere! A questo proposito devo precisare però una cosa. Se sapere prima gli eventi che “potrebbero” bada bene, potrebbero, avvenire può inficiare il corso naturale degli eventi, nel caso di previsioni non positive, potrebbe invece essere molto utile saperlo. Il motivo è semplice: sapere prima che il nostro modo di sentire, pensare, agire non è corretto, ci dà il tempo di cambiare rotta, e quindi responso. Ecco palesata la dualità di cui più sopra parlavo. Tutto è duale, anche il Bene, e il Male hanno due facce. Si dice: “non sempre tutto il male viene per nuocere”, ma si dice anche: “La strada dell’inferno è lastricata di buone intenzioni”.

CONOSCERE IL PROPRIO FUTURO È PERICOLOSO?

Sono poche le persone, che possono dire di esser riuscite a mantenere un atteggiamento equilibrato e sufficientemente distaccato, pur conoscendo il proprio futuro, ecco perché ci si riferisce a catene, quando si parla di Karma o destino. Sperare di liberarsi dalle catene del Karma che, di vita in vita, ci spinge verso il nostro destino, non è da tutti. Quindi, alla domanda: si può cambiare il proprio destino? La risposta è sì. Il destino si può cambiare, a patto che lo si voglia con tutto se stessi, si abbia il coraggio di volerlo cambiare, e si accetti il cambiamento e l’azione necessaria per poterlo fare. Se sei disposto a fare tutto questo, allora potrai essere padrone del tuo destino e spezzare le catene del tuo Karma. Il nostro futuro si potrebbe condensare nell’espressione: “Tutto è, e allo stesso tempo non è”, dipende da cosa, come, riesci a comprendere, e dopo aver compreso, agisci nella tua vita, nella piena consapevolezza. Ti avevo anticipato che era un concetto non facile da dire in due parole, forse ne ho usate un po’ di più, ma spero di essermi sufficientemente spiegato.

IL FUTURO È NELLE TUE MANI

Ma se così non fosse, ti faccio un altro esempio pratico per meglio chiarire il concetto: se io ti dico oggi che domani incontrerai la donna della tua vita, di fatto, sto cambiando il tuo futuro e sai perché? Perché tu, quasi sicuramente farai, dirai, penserai, proverai emozioni, che ti porteranno a compiere azioni, che cambieranno di fatto il processo naturale degli eventi, che ti avrebbero portato comunque ad incontrare l’amore della tua vita, se non lo avessi preventivamente saputo. Ma, appurato il fatto che attuando cambiamenti dentro di te, produrrai cambiamenti anche fuori di te. Sarebbe stato proprio quello il futuro, proprio quella donna? La seconda domanda che nasce spontanea sicuramente sarebbe: “allora non si può far nulla per sapere in anticipo cosa ci accadrà nel futuro?”, a questa domanda io rispondo che si, si può sapere, ma il processo di comprensione non può passare da una semplice domanda-risposta, piuttosto, come ti ho detto poco sopra, passare attraverso un processo di crescita interiore che ti porti a sentire, pensare, ed infine comportarti in modo tale che il futuro che tanto agogni si realizzi spontaneamente dinanzi ai tuoi occhi. Questo è l’unico modo giusto di farlo, questo è l’unico modo giusto di modificare, guidare, indirizzare il proprio destino.

LA CERTEZZA DI UN FUTURO MIGLIORE

Questo processo l’ho identificato e realizzato nel percorso di crescita che si effettua in una serie di incontri di Coaching ad esempio, può essere su base Astrologica, o cartomantica, o spirituale, o tutto insieme, ad ognuno il suo, ma solo attraverso una presa di coscienza profonda ed una profonda conoscenza dell’Io, acquisita attraverso lo studio e l’azione volitiva, si può arrivare a conoscere le proprie potenzialità innate racchiuse dentro il proprio cuore e solo dopo indirizzarle verso i propri obiettivi di vita. Solo così si può sperare di controllare la direzione, solo così puoi risolvere i tanti problemi che ogni giorno devono essere affrontati. Se vuoi essere veramente felice, se vuoi avere la certezza di progredire verso il raggiungimento degli obiettivi che tanto desideri, realizzando i sogni cui tanto aneli, devi necessariamente agire. Controllare il percorso di vita è possibile, ma tale processo non avviene spontaneamente, solo perché lo desideri: deve esserci anche un’azione concreta guidata dalla piena consapevolezza di chi sei e cosa vuoi veramente, devi risvegliare il vero potenziale che c’è dentro di te. Senza risveglio, non può esserci azione mirata e senza azione mirata, non potrai raggiungere il ben che minimo obiettivo.

IL SEGRETO È NASCOSTO NELL’AZIONE

È l’azione, la parte sostanziale del processo di crescita, ma questa deve essere supportata da una profonda conoscenza di sé stessi, che unita alla buona volontà, e allo spirito di ricerca, crea quel percorso virtuoso che porta in fine alla tanto agognata felicità interiore, derivante dalla realizzazione piena raggiunta. Altra domanda potrebbe essere: “dove si trovano tutte queste energie, e perché una persona ce la fa e altre mille no?  Dov’è la differenza tra una persona ed un’altra?”. Ti rispondo che la differenza sta in una serie di fattori temperamentali innati, che influenzano ogni essere umano sin dalla nascita. La persona è spinta verso una certa direzione attraverso il suo modo di essere, che a sua volta influenzerà il suo modo di agire e così via, come già detto, creando poi in definitiva il suo destino. Se vuoi, la puoi chiamare predisposizione innata dovuta alla predestinazione del Karma. Ti sei mai chiesto come fa un ragazzino a soli sedici anni a frequentare l’università, oppure un bambino di dieci a suonare uno strumento in maniera impeccabile improvvisando virtuosismi da lasciare a bocca aperta anche dei direttori d’orchestra? Semplice e complicato allo stesso tempo, argomento che affronterò in un altro podcast. E, tralasciando il principio di reincarnazione, perché di questo si tratta, ti posso dire che, se nasci in un certo momento sotto certi influssi, non è per puro caso. Tutto sta a comprenderlo, tutto dipende da quanto ti conosci.

LA VIA DEL RISVEGLIO

Tutto ha un fine, ha uno scopo, per questo è importante che tu impari ad esserne consapevole, per questo ho chiamato il mio podcast, “la via del risveglio”, per questo sono diventato un Coach. Sei in grado di accettare questa verità? e soprattutto, sei in grado di accettarti per quello che sei veramente? attenzione, non quello che pensi di essere. La cosa positiva è che è tutto nelle tue mani, sei tu a decidere come e quando, perché sei sempre e solo tu che scegli dove indirizzare le tue azioni (ricordi il principio del libero arbitrio?), ma, allo stesso tempo, è anche prefissato, pre-registrato nel tuo Io più profondo. Quindi predestinazione e anche libero arbitrio coesistono, ancora una volta le due facce della stessa medaglia: spetta solo a te liberarti dalle catene dell’immobilismo dettato dalla rinuncia e dalla rassegnazione. Quindi anche il Karma è duale? Sì. Dipende da che tipo di Karma stiamo parlando, e che ti stai trascinando dietro di vita in vita, pesante o meno, mutabile o immutabile direbbero i Buddisti.

LA DURA LEGGE DEL KARMA

Anche qui faccio un piccolo esempio: chi nasce con un handicap fisico non può certo scegliere di muoversi come un normo-dotato, così come non può scegliere chi nasce in quelle aree del mondo dove ogni ora i bambini muoiono di fame (questo è un tipo di karma immutabile). C’è chi invece può scegliere, nasce in un luogo dove regna la pace, e c’è da mangiare per tutti, e può quindi scegliere, di cambiare se vuole la propria condizione e migliorarla ancora, se lo vuole (Karma mutabile). Ma, attenzione bene, sembrerebbe che chi nasce con un Karma immutabile non abbia speranze a confronto di chi nasce con un Karma più leggero. Anche questo aspetto ha una duplice faccia, perché tutto dipende da come sai gestire quello che hai a disposizione, come detto prima, dipende se ne sei in grado, se hai il coraggio, la forza, la determinazione di accettare la tua condizione di partenza e cambiarla. Volitivamente adattarla, modificarla facendone un punto di forza e di cambiamento e rinnovamento. Quanti calciatori ultra milionari sono venuti da luoghi dove la fame e la povertà regnava sovrana… Un caso? Non è certo un caso se possedevano le qualità del grande campione sin dalla nascita. Ma per diventare un campione si sono dovuti allenare duramente (azione), altrimenti, sarebbero rimasti campioni latenti, non manifesti. Per questo si usa dire, “destino beffardo”, proprio perché il tuo destino può cambiare dall’oggi al domani, in un attimo o allo stesso modo, inchiodarti ad una realtà dalla quale è difficile uscire a seconda che tu creda o meno in te stesso e nelle possibilità di cambiamento. Quanti, pur avendo doti incredibili, rimangono inchiodati nell’anonimato, senza riuscire a realizzare nulla? Altri, invece realizzano appieno il loro sogni, a volte, senza neanche grandi sforzi apparenti o particolari talenti. Ma per tutti, vige la stessa regola: se vuoi liberarti dal fardello che ti porti dietro da tempo immemorabile, devi agire, ma l’azione deve essere guidata dal giusto equilibrio interiore, e lo si può ottenere solo conoscendosi a fondo, e cioè risvegliandosi dal torpore dell’ignoranza fondamentale e aprendosi alla luce della piena consapevolezza risvegliandosi. Il Budda insegna: “corretto sentire, corretto pensiero, corretta azione ecc.”. Anche Gesù, a modo suo, ha dato i parametri del giusto comportamento, e non sono molto diversi da quelli appena citati.

LA PAURA DEL FUTURO

É quindi ovvio che la spinta a conoscere il tuo futuro possa essere spesso alimentata anche dalle più nascoste paure, non solo dalla curiosità. Ho sempre affrontato con grande serietà questo mio mestiere, che sino a qualche tempo fa non condividevo sui social, ed ho sempre pensato che possa avere una grandissima importanza, perché può fare la differenza nel dare aiuto a quanti, nel dubbio, desiderino avere chiarezza su cosa fare o come interpretare quello che si palesa di fronte a loro. Famiglia, lavoro, salute sono ovviamente i settori più importanti su cui fare domande, ma non è solo questo che un buon Astrologo e cartomante e Coach può fare e dare. Può essere anche una guida, o se vogliamo usare un termine calcistico, un buon allenatore dell’anima, a chi, nei momenti più bui della propria vita, sente il bisogno di un confidente, una persona che sia in grado di comprenderlo, capirlo ed accettarlo così com’è, senza pregiudizio alcuno. In definitiva, un buon amico. E di questi tempi, sai quanto sia difficile trovarne uno. Certo è vero, è lavoro, e il lavoro prevede un controvalore economico, e, anche se per vocazione potrei farlo anche gratis, non potrei esserti di nessun aiuto se morissi di fame no?

SONO QUI’ PER TE

Ok, chiudo qui il mio podcast. E ricorda se desideri prendere un appuntamento on-line con me puoi farlo andando sul mio sito, francopassarini.it, dove trovi i miei recapiti, e tutti i servizi che metto a tua disposizione. Coachig, consulenza Astrologica, Tema Natale, Cartomanzia introspettiva e proiettiva, Spiritualità, Religione, Karma, e tanto altro riguardante i misteri della vita, come la NDE, e le ultime scoperte. Quindi segui il mio podcast e clicca mi piace o lascia un commento, mi aiuterai a migliorare e a proseguire questo progetto. Al prossimo podcast e buona vita!

Qualora Volessi Conoscere E Approfondire Il Significato Del Tuo Tema Natale In Relazione Alle Tue Peculiari Ed Innate Caratteristiche Temperamentali Puoi Contattarmi Andando Nella Pagina Al Link Qui Di Seguito “Modulo Di Richiesta Nel Sito”. Riceverai Nella Tua Casella Di Posta Tutte Le Spiegazioni, Specifiche E Prezzi Relativi Ai Servizi Che Metto A Tua Disposizione Tra Cui Potrai Scegliere.

Torna su