Perché si sceglie sempre l’uomo sbagliato?

  • Home
  • /
  • Blog
  • /
  • Perché si sceglie sempre l’uomo sbagliato?

Ciao, benvenuto all’ascolto di “Astrologia del Risveglio”. Per iscriverti al podcast: clicca qui. Seguimi anche su: Instagram - YouTube - Facebook

C’è un motivo per cui alcune donne finiscono sempre per scegliere l’uomo sbagliato? C’è un motivo per cui anche quando riescono ad interrompere la relazione con un uomo che le fa soffrire, finiscono per sceglierne un altro simile al primo? È una questione di sfortuna, o c’è un’altra ragione per cui, tra cento uomini, scegli sempre quello che alla fine ti fa soffrire?

Ti racconto una storia vera

La ragione c’è! E per spiegartelo ti racconterò la storia di Anna, nome inventato, storia vera. Anna, una donna di circa 45 anni, ad un certo punto della sua vita, dopo due storie importanti alle spalle, entrambe naufragate, si trova da sola a pensare: cosa faccio, ora che sono di nuovo single? Continuo a sentirmi finalmente libera di esprimere tutta la mia voglia di vivere o mi rituffo in un’altra storia d’amore con un altro uomo, non sapendo se si ripeterà la stessa situazione di sofferenza che mi ha fatto soffrire per ben due volte? Sbagliare una volta è umano, due volte è sfortuna ma la terza inizia ad essere uno schema ben preciso. Allora, prima di affrontare l’ignoto futuro Anna ha pensato bene di fare qualcosa di diverso, cercando di comprendere prima perché le sue scelte erano sbagliate, e, soprattutto, cercando di fare la scelta giusta. Ed e’ cosi’ che Anna e’ arrivata da me, per un consulto di Astrologia del Risveglio. “Risveglio” era proprio quello di cui sentiva di avere bisogno. Appassionata da sempre di Astrologia e Cartomanzia si e’ sentita da subito a suo agio, e questo, come mi ha spiegato, per lei non era una cosa abituale, anzi, piuttosto il contrario.

L’analisi Astrologica aiuta a capire l’interiorità

Prima di continuare con la storia ti parlerò di Anna inquadrandola dal punto di vista della tipologia Astrologico e temperamentale. Qui posso darti, naturalmente, soltanto delle indicazioni a carattere generale, perché non desidero che, parlando di alcune problematiche specifiche, tu possa attribuirle erroneamente ad un Segno Zodiacale o ad un altro elemento Astrologico, formandoti dei pregiudizi basati su dati che sono sempre e solo riferibili alla specifica persona ed al suo Tema Natale. Anna nasce sotto l’influenza di uno dei Segni di Fuoco, e il suo Ascendente invece in un segno d’Aria. Va subito detto che dal punto di vista di reincarnazione legato al Karma, i Segni di Fuoco sono più soggetti di altri alle illusioni. “La fonte delle nostre sofferenza deriva dal mare delle nostre illusioni” disse tanto tempo fa il Buddha. Comprendi bene che più sei soggetto ad illuderti, più c’è il rischio di risvegliarti in seguito con un bel bernoccolo nel cuore. La sua Luna, oltretutto, in una posizione ben precisa nella sua Carta del Cielo Natale, amplificava la propensione di Anna a farsi abbagliare dalle apparenze. In fase di consulto chiesi ad Anna quale fosse il suo uomo ideale e, come mi aspettavo, mi elencò alcune delle caratteristiche che solitamente sono le più pericolose e le meno rassicuranti da scegliere in un uomo anche se sono, lo comprendo bene, le più attraenti. Va subito detto che Anna è una persona molto attiva, espansiva ed apparentemente forte e risoluta, ma che nasconde in realtà una fragilità interiore che tende a non manifestare.

La scelta dell’uomo ideale

Tornando alle caratteristiche dell’uomo ideale, una delle prime cose che mi disse è che le piaceva l’uomo forte ed indipendente, poi possibilmente attraente, atletico, possibilmente con un lavoro stabile, intelligente e che la facesse sentire al sicuro, e non appassionato di calcio. L’ultima caratteristica era ovviamente dovuta al fatto che l’essere tifoso fosse stato un motivo di contrasto nelle storie precedenti, fatto che poi mi confermò. Questo in prima battuta era il quadro dell’uomo ideale per Anna. Tutto sommato Anna non voleva poi l’impossibile, tranne per il fatto che aveva omesso una delle caratteristiche che, a mio avviso, è importante, direi, essenziale che un uomo possegga. È fondamentale avere accanto un compagno che percepisca empaticamente, la persona che gli sta vicino e che quindi abbia una giusta sensibilità emozionale. Essere sensibili aiuta ad accorgersi dei bisogni del partner e ad anticipare quelle che sono le necessità che di volta in volta ogni compagno nel tempo sviluppa. Essere sensibili agevola all’ascolto dell’altro ed aiuta a prevenire le problematiche che portano poi immancabilmente a discutere. La sensibilità ti permette di condividere i piaceri e i dispiaceri che ogni rapporto comporta.

Il primo amore non si scorda mai

Quando le chiesi di raccontarmi il primo incontro con i suoi due uomini del passato, Anna elencò alcune delle cose che più di tutte l’avevano fatta innamorare. Nel primo amore era stato l’aspetto fisico, comprensibile vista la giovane età che al tempo l’aveva vista protagonista di un amore poco più che adolescenziale durato qualche anno. Il secondo ad abbagliarla fu il fatto che l’uomo esprimeva una forza e una risolutezza da farle girare la testa. Persa nei suoi sogni da innamorata non si accorse che in realtà gli uomini dei suoi sogni altro non erano che persone molto egoiste che nel tempo l’avevano delusa e fatta soffrire. Ora, non desidero inoltrarmi ulteriormente nelle storie sentimentali di Anna raccontandone i particolari, ma è evidente che Anna non aveva nessuna responsabilità se non il fatto di prediligere uomini forti, aitanti e pieni di testosterone.

Una Astrologia che ti permette di scegliere

Non sono solito dare consigli alle persone che seguo perché ritengo che il mio giudizio non sia il loro. Ognuno deve maturare la propria convinzione, io sono lì solo per aiutarli a comprendere meglio, e così fu, Anna comprese che questa volta avrebbe dovuto tenere conto del fattore sensibilità nella ricerca del prossimo uomo e guardare con più chiarezza dentro se stessa. Cambiare il proprio metodo di scelta le avrebbe permesso di conoscere un altro tipo di uomo e forse, dico forse, avrebbe potuto avere più chance di trovare la sua anima gemella.

Le risposte alle domande sull’amore sbagliato

Tornando alle domande iniziali: c’è un motivo per cui alcune donne finiscono sempre per scegliere l’uomo sbagliato? Sì, il motivo è dato dal modo di interpretare i segnali che la persona dell’altro sesso trasmette. La decifrazione di tali messaggi è subordinata al tipo di natura innata, educazione ricevuta, situazioni vissute. C’è un motivo per cui anche quando riescono ad interrompere la relazione con un uomo che le fa soffrire, finiscono per sceglierne un altro simile al primo? Il motivo sta nel fatto che non decifrando correttamente i segnali provenienti dall’altro sesso si illudono, credendo di vedere cose che in realtà non ci sono, e non cambiando il proprio metro di scelta, ripetono immancabilmente la scelta precedente, cadendo più volte nello stesso errore. È una questione di sfortuna, o c’è un’altra ragione per cui, tra cento uomini, si sceglie sempre quello che alla fine ti fa soffrire? La sfortuna non c’entra nulla, è soltanto il frutto della tua scelta a fare la differenza. Se comprendi che i tuoi parametri di scelta sono sbagliati, sei in grado di cambiare radicalmente la situazione. Ok mi fermo qui.

Chiedimi un consulto

E ricorda, se desideri prendere un appuntamento on-line con me puoi farlo andando sul mio sito, francopassarini.it, dove trovi i miei recapiti, e tutti i servizi che metto a tua disposizione. Consulenza Astrologica, Tema Natale, Cartomanzia introspettiva e proiettiva, Spiritualità, Religione, Karma, e tanto altro riguardante i misteri della vita, come la NDE, e le ultime scoperte. Quindi segui il mio podcast e clicca mi piace o lascia un commento, mi aiuterai a migliorare e a proseguire questo progetto. Al prossimo podcast e buona vita!

Per seguire il mio podcast, basta metterlo tra i preferiti - una risorsa gratuita per la tua evoluzione personale, supportato da archivio podcast in costante aggiornamento. Un ascolto a tema che, di podcast in podcast, svela i suoi piccoli grandi segreti.  Lo trovi su tutte le app per musica e radio (Spreaker, Spotify, Google Podcast, iTunes, Apple Podcast, PodcastAddict, Castbox e tante altre) e in questa pagina del sito: "Podcast - Astrologia del Risveglio", dove troverai anche i link diretti alle app, cui puoi abbonarti (via cellulare, tablet o PC/MAC), e potrai seguirlo dove vuoi e quando vuoi.