Astrologia: perché il Segno non corrisponde al carattere?

Rispondo ad una lettera che mi è pervenuta in studio e che contiene uno dei quesiti che più creano confusione a chi, per passione o semplicemente per curiosità, si interessi all’Astrologia.

“Mi chiamo Erica e sono nata il xx-xx-xx. alle ore 17:45 a Vxxxx sono una Capricorno ascendente Cancro, ma mi sento molto Cancro e poco Capricorno… nel senso che non sono per niente determinata e sicura di me stessa, anzi! Sono permalosa, paranoica, lunatica e sognatrice. Penso di aver un brutto carattere. Conosco abbastanza l’Astrologia perché la seguo da almeno due anni, ma non riesco a comprendere perché non mi riconosco nel mio Segno di nascita. Volevo sapere qualcosa che chiarisca questo strano stato di cose. Grazie”

Come districarsi tra i tanti elementi di cui e composta la Carta del Cielo

Non ti preoccupare cara Erica, non sei certo la prima che si interessa per hobby alla materia e non riesce a fugare ogni dubbio o a dare risposta esauriente ad ogni quesito, soprattutto quando ci si accinge da autodidatti, ad interpretare la propria Carta del Cielo o Grafico Astrale. Ti dico subito che non è facile per nessuno ed è argomento ostico anche per i più bravi e preparati. In realtà non è l’Astrologia in sé a mancare di risposte, ma piuttosto è la persona che la usa a dover essere tanto preparata e “sensibile” al linguaggio Astrale, da riuscire ad interpretare correttamente la miriade di significati di cui è piena la CdC. Per riuscire a farlo correttamente ci vogliono anni di studio e tanta passione. Quindi non sei tu che non comprendi, è la materia in sé che non è proprio semplice, semplice.

Descrivere la propria personalità è cosa assai complessa

Oltretutto la nostra personalità non è bianca o nera, non si può semplificare dicendo io sono o così, o cosà. In realtà la personalità ha innumerevoli sfaccettature e sfumature, e non sempre risulta facile comprenderla fino in fondo, senza contare il fatto che noi tutti continuiamo a cambiare con il passare del tempo e dell’esperienza. Questo non vuol dire che non riuscirai con il tempo a dare una risposta ad ogni tuo quesito o dubbio. Nel frattempo provo io a darti qualche dritta che ti aiuti a comprendere più velocemente.

Piccolo esempio pratico per capire la differenza tra Segno e Ascendente

Chi la conosce almeno un pochino, e sono davvero tanti, più di quanti si pensi, sa che la CdC è divisa principalmente o idealmente se vogliamo, tra Segno e Ascendente, e che rispettivamente sia l’uno che l’altro, possono avere una grande valenza quando si va a “leggere” la CdC. Per fare un esempio semplice, mettiamo che il Segno e l’Ascendente siano due biglie di grandezza diversa, e che le stesse siano poggiate rispettivamente su uno dei piatti di una bilancia. È ovvio che la biglia più grande peserà di più e che l’ago della bilancia penderà dalla parte della biglia più grande. È quindi possibile che molti Aspetti o Pianeti nella tua CdC siano concentrati più sul tuo Ascendente, o che altri Aspetti influiscano più sui Segni d’Acqua che non sul tuo Segno Zodiacale di nascita o Segni appartenenti all’elemento Terra. Questo potrebbe essere il motivo per cui ti senti più Cancro che non Capricorno. Poi, dare un nome e cognome ad ogni Aspetto, questo è un altro paio di maniche.

Appartenere ad un Segno Zodiacale non equivale a possederne tutti gli aspetti temperamentali

Da quanto detto si evince, che in termini di Carattere, o temperamento personale, si può avere una infinita miriade di sfumature diverse per ogni Segno dello Zodiaco. Può esistere un Capricorno sensibile e lunatico, come può esistere un Cancro forte e deciso. Tutto dipende da come sono distribuiti i vari “Aspetti”, “Pianeti” ecc… nella CdC, pur permanendo le varie caratteristiche base dei vari Segni.

Sapere come interpretare la Carta del Cielo equivale ad iniziare con il piede giusto

Ma non finisce qui, l’interpretazione della CdC può essere letta in molti modi, il carattere di base acquisito alla nascita è solo la punta dell’iceberg. Oltretutto più a fondo si va, più c’è da scoprire. Più il tempo passa, più si deve tener conto dei fattori che hanno influito, quindi tempo, esperienze fatte, traumi, conquiste e perdite, la famiglia d’origine a volte è un fattore determinante ad esempio, di che segno Zodiacale era il padre o la madre ecc… più elementi si prendono in considerazione (transiti, proiezioni astrali, cicli solari ecc…), più diventa complessa quindi la lettura e di conseguenza il responso finale.

Affidarsi ad un professionista Astrologo per rimanere al riparo da erronee interpretazioni personali

È sempre meglio affidarsi ad un professionista che ti aiuti a comprendere correttamente ciò che hai “letto” nella tua CdC, in modo tale da non cadere preda di false interpretazioni. Quindi non stupirti se ti senti più Cancro che Capricorno, questo tipo di situazione rientra perfettamente nella norma. Nel tuo caso, sarà molto utile, visto il fatto che potrai comunque accedere a quelle che ritieni pregi peculiari del Capricorno che comunque possiedi, anche se in latenza.

Vieni a trovarmi sul mio blog

Spero di esserti stato utile, e se così non fosse e vuoi approfondire di più l’argomento puoi navigare nel mio sito, francopassarini.it, potrai trovare materiale di studio per approfondire alcuni aspetti che fanno parte della materia Astrologia compresi i servizi che metto a disposizione di chi voglia migliorare la conoscenza di sé stesso, o voglia migliorare le sue “performance” nella vita, o voglia risolvere problematiche legate all’ambito sentimentale, lavorativo, o famigliare, compresi i moduli per contattarmi. Ti ringrazio per il tuo quesito e ti auguro una buona vita.

Foto Unsplash (licenza gratuita per tutti gli usi – Creative Commons CC0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto