Scopri chi è tuo figlio con il Tema Natale

È possibile creare un rapporto genitori-figli che sia pieno di armonia e dialogo? Sì, ma non vuol dire che sia facile. Servono impegno, buona volontà e la scelta di voler conoscere il proprio figlio come essere umano. Qualcuno penserà che basti l’amore, ma non è così. Ce lo insegna la realtà, con tante storie di vita in cui genitori e figli non hanno avuto la possibilità di sviluppare quella loro relazione un po’ speciale, anzi, a volte, vivono un’intera esistenza come nemici. Ma nella mia esperienza, è sempre possibile non solo superare le incomprensioni, ma anche prevederle e trasformarle in occasioni di crescita, per l’adulto e per il bambino. Vuoi conoscere davvero tuo figlio? Appena nato? Adesso che sta diventando adolescente? Capire come puoi sostenerlo senza limitarlo? L’Astrologia ti aiuta davvero. Con il Tema Natale hai la possibilità di conoscere quell’essere umano che è tuo figlio, apprezzarne il suo essere più profondo, comprendere le sue potenzialità, e, soprattutto, allenare il tuo essere genitore nel supportarlo nel suo percorso di vita. Perché mentre lui cresce, cresci anche tu. In questo podcast ti racconto di come, e perché, la lettura della Carta del Cielo è uno strumento unico, per conoscere tuo figlio, e ti racconto anche una storia, di chi ha scelto di usare la strada della conoscenza e del dialogo per sostenere l’amore. Puoi ascoltare e leggere il podcast in questa pagina

La nascita, un momento magico

Quando nasce un bambino è uno dei giorni più belli per tutti i membri della famiglia, uno dei momenti più importanti. Per alcuni, la storia come famiglia inizia proprio in quel preciso momento. La mamma e il papà iniziano a conoscerne i tratti caratteriali sin da subito, attraverso le sue risatine, o i pianti accorati quando ha fame o mal di pancia. Dorme di notte? Una delle domande che più spesso viene fatta ai genitori da chi, per curiosità e partecipazione, desidera condividere la gioia di quel momento sapendo quanto impegno ci voglia per prendersi cura di un piccolo essere umano appena nato. Dopo poco tempo la mamma sa perfettamente di cosa ha bisogno il suo piccolino perché entra in una sorta di simbiosi che le permette di capirlo: quando ha fame, quando è sazio, quando cerca amore e vicinanza, quando sta bene e quando no.

La gioventù e le prime problematicità famigliari

Ma con il tempo il bambino cresce e si fa grande, raggiunge la pubertà, anche il suo carattere prende forma, matura, talvolta, a sorpresa, anche in direzione opposta a quella pensata o desiderata dai genitori. Quante volte mi sono sentito dire “non lo riconosco più”, oppure “mi dice continuamente le bugie”, oppure “dice di star bene ma io lo vedo sempre triste e mi sembra poco felice”. In quei momenti un genitore si sente giustamente un po’ preoccupato, soprattutto quando a domande dirette non riceve risposte esaurienti né esaustive tali da permettergli di stare tranquillo o dargli la sicurezza di star agendo nel modo giusto per sostenere il proprio figlio, come vorrebbe. I più ottimisti alzano le spalle e dicono a sé stessi “è l’età”, oppure “si sa, sono giovani”. Sì, sono giovani, ma il problema però resta, per alcuni, va oltre il periodo della pubertà e diventa un vero e proprio modo di essere e di interagire con la famiglia, diventando routine di vita nei rapporti con i genitori. E allora iniziano vere e proprie incomprensioni, attriti, litigi fino a che il rapporto, in certi casi, come i miei clienti mi raccontano, con loro sofferenza, diventa addirittura insostenibile, o così pare, e le situazioni superano i margini della tollerabilità e a soffrirne sono un po’ tutti in famiglia. Si può evitare tutto questo?

Il Tema Natale da informazioni utilissime

Sì, si può evitare, il conflitto non è una realtà autonoma, non un destino ineluttabile, si può evitare, prevenendo e prevedendo in anticipo ciò che potrebbe avvenire in un rapporto tra genitori e figli, usando uno strumento unico, che non ha eguali, capace di dirti chi è tuo figlio, appena nato, di aprire il mondo sulle sue possibilità di essere umano e sulle tue possibilità di aiutarlo ad essere sé stesso, ed è la lettura del Grafico Astrale di nascita. Che può essere un valido aiuto in ogni momento, appena nato ma anche quando, più grande, le difficoltà di comprensione diventano evidenti. Con le giuste chiavi, tutto può essere migliorato.

Le differenze di compatibilità

Come? Ad esempio, tenendo presenti le compatibilità e le differenze tra le polarità fondamentali dei genitori e quelle del figlio. Conoscendo in anticipo che tipo di sviluppo interiore porterà il figlio a manifestare la sua unicità, si possono fornire ai genitori chiavi di lettura e informazioni utili a tal punto da permettergli di guidarlo verso lo sviluppo più idoneo ed equilibrato anche in base ai modelli familiari, agli insegnamenti, ai suoi sogni ed a quelli dei genitori, senza che quest’ultimo si senta costretto o limitato.

L’Astrologia del Risveglio come metodo di supporto per i genitori

L’Astrologia del Risveglio, è un mezzo potentissimo, un approccio profondo e attento, che ti offre non solo la possibilità di avere una sorta di “mappa” di quella che sarà l’interiorità di tuo figlio, ma anche la tua nel tuo essere genitore, consentendo di capire quali strade seguire, nell’educazione del proprio figlio, e quali evitare, perché in contrasto o poco efficaci. Un validissimo aiuto che, se ben utilizzato, può dare enormi risultati sempre e ad ogni età, perché accade di ritrovarsi con figli adulti e ormai distanti, eppure, di desiderare di trovare con loro un nuovo dialogo. Che vuol dire, prima, un nuovo dialogo con te stesso.

La storia vera di una neomamma

A questo proposito desidero raccontarti una storia. Un giorno una neo mamma, che chiameremo Grazia, mi chiese di redigere il Tema Natale di suo figlio appena nato.

Lei nata sotto il Segno del Cancro, con un figlio nato sotto il Segno dell’Ariete: fu chiarissimo da subito da quali punti partire per approfondire le tematiche che si sarebbero potute presentare in futuro tra lei e suo figlio. In Astrologia, come nella vita, non avviene nulla per caso, e da studi fatti agli inizi del novecento, si è arrivati alla conclusione che nelle famiglie c’è sempre un filo conduttore che riporta a Segni ed Elementi simili, anche se a volte apparentemente dissonanti, come in questo caso. Cioè si trovano elementi che hanno assonanza, ed elementi che sono dissonanti. Ma di questo argomento, ne parlerò in un altro podcast. Tornando alla storia di Grazia, la cosa che apparve subito evidente era che la sua componente Acqua non si modulava bene con la componente Fuoco del figlio. Lei, una mamma apprensiva, accudente e per natura possessiva, come sentiva di essere, avrebbe potuto avere qualche difficoltà ad adattarsi ad un temperamento libero, avventuroso, e un po’ avventato del figlio.

Temperamento diverso uguale incompatibilità?

La prima cosa da tenere in considerazione infatti, non era tanto la tipologia del temperamento pieno di fuoco ed energia del figlio, almeno non era il solo dato fondamentale, in questo caso lo era l’interazione che avrebbe avuto con la mamma. Questo è un grande aiuto per ogni essere umano, non solo nei panni del genitore. Ma, quando diventi genitore, più informazioni hai, per comprendere tuo figlio, meglio è: conoscere la loro possibile futura difficoltà, che voleva dire capire il conflitto che sarebbe potuto nascere da due diverse sensibilità, da due diversi modi di vedere il mondo, ognuno con le sue ricchezze ed il suo valore. Il figlio aveva tutto il diritto di vivere appieno la sua dotazione Arietina così com’era, ma la possibilità che avrebbe avuto Grazia di poter gestire, in quanto Cancro, l’esuberanza del figlio senza risentirne troppo, senza attivare conflitti, quella dipendeva da lei.

La soluzione giusta con L’Astrologia del Risveglio

Ognuno nasce con una propria natura e tutti, nessuno escluso, hanno a disposizione grandi potenzialità e doti importanti, che se sviluppate e gestite nel modo giusto, possono essere motivo di soddisfazione e felicità sia per chi è figlio che per chi è genitore. Per questo ricordo sempre a chi mi chiede un parere, che c’è sempre la possibilità di trovare il modo di comunicare positivamente, di risolvere i problemi, perché tutti vogliamo essere felici e a nostro agio nella vita, è questo è ancor più possibile quando nel rapporto c’è affetto, e voglia di migliorarsi. Così, insieme a Grazia, abbiamo iniziato a sondare i possibili sviluppi di quelle che sarebbero potute divenire situazioni stressanti da sostenere per lei, a partire dalla grande voglia del piccolo di esplorare il mondo una volta imparato a camminare. Un esempio semplice può essere quello di come interagire con lui tenendolo al sicuro senza che questo comporti per lui una limitazione. Iniziare sin da subito insegnandogli a comunicare nel giusto modo con la mamma, con semplicità e tranquillità, sarebbe stato il primo passo da seguire, in modo che lui si sentisse più accudito che frenato nel proprio agire, e permettesse alla mamma di sentirsi più tranquilla. Piccole cose, che se fatte nel modo giusto avrebbero permesso a lei di apprendere sempre di più su sé stessa, e le sue innate capacità materne. Questo in seguito le ha permesso di gestire il temperamento del suo bambino, senza che lui risentisse eccessivamente delle giuste restrizioni mirate alla sua sicurezza, così da lasciare spazio alla sua voglia innata di libertà, permettendogli di sentirsi più rassicurato che frenato dall’amore materno.

Sviluppare complicità e amore utilizzando la conoscenza

Cosa assai importante sin da subito è creare complicità tra figli e genitori, si evitano così incomprensioni e disaccordi sin da subito. Eccessivo controllo, paure, insicurezze da parte di Grazia, o qualsiasi cosa non in linea con la natura del piccolo, avrebbe attivato nel figlio una risposta non adeguata.

Una volta che i figli diventano adolescenti, non sono rari i casi in cui gli atteggiamenti adottati dai genitori negli anni, non adatti a creare una comunicazione aperta e positiva, anche se messi in atto inconsapevolmente, e fatti a fin di bene, possano fare da sottobosco a quei sentimenti di ribellione e contrapposizione alle regole che poi i giovani evidenziano in fase puberale. È risaputo che l’età adolescenziale è un momento di forte trasformazione sia a livello fisico che psichico, per un giovane. Può succedere infatti che, se il rapporto con il genitore non è più che solido, possono venire a crearsi situazioni non piacevoli da entrambo le parti con relativa sofferenza e distacco.

Non c’è risultato senza crescita

Grazia comprese bene che, se voleva sostenerlo e aiutarlo a crescere felice, avrebbe dovuto comprendere prima di tutto sé stessa, imparare a conoscersi e migliorarsi, modulando la sua natura, con quella del figlio. C’è riuscita, portando grande beneficio a sé stessa, e al figlio, al marito, alla vita della famiglia.

L’Astrologia del Risveglio, come metodo di crescita

Ed è così che il Tema Natale, per tuo figlio, tuo nipote, per una persona a te cara, diventa un mezzo straordinario per conoscere, comprendere, migliorare. Ogni volta che hai un dubbio, o un’incertezza che ti frena, o non trovi la sufficiente chiarezza per poter superare un ostacolo, anche se piccolo, puoi utilizzare l’Astrologia del Risveglio, un approccio profondo, conoscitivo e dinamico, che negli anni ho utilizzato ed allenato con le persone che hanno deciso di donarmi la loro fiducia, migliorandolo, e continuando a migliorarlo, così come è importante fare, per ognuno di noi, in ogni cosa della vita. Una visione, quella dell’Astrologia del risveglio, che consente sempre di mettere in luce ogni aspetto che più ci interessa approfondire, semplificando di molto il cammino verso la risoluzione di qualsiasi problema. Risveglio, te lo ricordo, al tuo pieno valore, alla tua piena realizzazione.

Se ti piace l’approccio della Via del Risveglio, del Coaching e dell’approfondimento spirituale, e vuoi sapere come funziona e lavorare con me per le cose che più ti stanno a cuore, nel mio blog, francopassarini.it, alla pagina contatti, trovi il mio numero di telefono, puoi inviarmi un’e-mail, raccontarmi un po’ di te e prendere un appuntamento. Le telefonate informative sono gratuite, e utili, puoi chiedere quello che ti interessa, parlarmi di te.

Iscriviti a questo podcast, La Via del Risveglio, lo trovi su tutte le app per podcast, Facebook, YouTube o puoi seguirmi direttamente nel mio blog francopassarini.it. Grazie per aver ascoltato fino a qui, ti auguro una buona vita.

Mandami un messaggio per fissare un appuntamento, il mio numero è il 334.6147261 oppure nella pagina contatti trovi tutti i miei riferimenti. Navigando nel mio sito, scoprirai come la via del risveglio sia una via che si apre su tutti gli ambiti della vita, anche quello professionale. Il brand journalism, che è una delle attività cui mi dedico da molti anni, è proprio questo: dare voce alla tua attività, alla tua impresa. Magazine, videopodcast. Troverai lì molte informazioni.

Torna in alto